Sono invitati a partecipare tutti i rappresentanti di classe e i docenti della scuola

IMG 20190311 WA0027

Dal Sito: https://www.savethechildren.it/cosa-facciamo/progetti/fuoriclasse

Dal 2011, siamo impegnati nell’analisi del fenomeno e nella definizione di un intervento efficace nel contrasto della dispersione scolastica, costruito in collaborazione con le scuole. Il programma, denominato Fuoriclasse, è un intervento integrato rivolto a studenti, docenti e famiglie. Interviene con attività a supporto della motivazione allo studio e dell’apprendimento, al fine di garantire la piena attuazione del diritto all’istruzione, come sancito nella Convenzione Onu sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Fuoriclasse agisce in maniera preventiva con interventi educativi sia in ambito scolastico che extrascolastico. Nello specifico, viene proposto alle classi IV e V delle primarie e II e III delle secondarie di primo grado, al fine di accompagnare il passaggio da un ordine scolastico a quello successivo.

Grazie alle scuole e ai partner di progetto, nel biennio di intervento, si realizzano le seguenti azioni:

  • Laboratori in orario scolastico: incontri per supportare la motivazione degli studenti verso lo studio, rinforzando l’autostima e valorizzando la peer education, per informare i propri coetanei sugli effetti negativi della dispersione scolastica attraverso l’uso di prodotti comunicativi realizzati dai ragazzi stessi.
  • Campi scuola: un’attività che risponde all’esigenza di proseguire, in un contesto educativo non formale, il lavoro sulla costruzione del gruppo classe. 
  • Accompagnamento allo studio: servizio continuativo dedicato agli studenti che presentano difficoltà e ritardi rispetto al programma scolastico. Le attività vengono realizzate in orario extrascolastico, promuovendo una didattica esperienziale e cooperativa.
  • Consigli Fuoriclasse: spazi di dialogo permanente tra docenti e studenti per promuovere il benessere scolastico. In particolare si lavora su proposte di intervento relative alle dinamiche relazionali (tra pari e adulto/minore), alla didattica, alla riqualificazione degli spazi scolastici.
  • Percorsi docenti: gli incontri sostengono gli insegnanti attraverso attività formative e di confronto per contrastare l’abbandono della scuola da parte degli studenti a rischio.
  • Percorsi genitori: gli incontri sono diretti a facilitare il dialogo scuola-famiglia, per promuovere lo sviluppo di una comunità educante capace di contrastare la dispersione scolastica sui territori.
  • Percorsi di inclusione: gli incontri hanno l’obiettivo di sostenere l’apprendimento dell’italiano come lingua di studio e veicolo di coesione sociale. Sono inoltre l’occasione per sperimentare una didattica inclusiva coinvolgendo anche il corpo insegnanti.

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Giovanni Agnelli, per la prima volta in Italia un programma di contrasto alla dispersione scolastica è stato sottoposto ad una valutazione di impatto.

La valutazione è stata realizzata nel triennio 2012-2015, coinvolgendo le scuole di 5 città (Bari, Crotone, Napoli, Milano, Scalea) in 4 regioni (Calabria, Campania, Lombardia, Puglia).