bloggif 8marzo18 guadagnuolo«Ho sempre pensato ad un’istruzione dell’arte che possa costruire un nuovo insegnamento, pluriculturale e multimediale, con la realizzazione del mio Progetto sono riuscito nel mio intento parlando e pubblicando sin dagli anni ‘90 la mia idea globalizzante di una didattica moderna coniugando tutte le arti e discipline».

(Copyright © Francesco Guadagnuolo).

https://youtu.be/4f3DOPvYJWE Slideshow dell'evento

Si è conclusa la celebrazione della Giornata Internazionale della Donna 2018 con il Progetto “Arte in Classe” 16ª Edizione del Ricercatore Prof. Francesco Guadagnuolo.Un’iniziativa che ha trovato anche l’apprezzamento del Presidente Emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, il quale ha voluto inviare un suo personale messaggio al Maestro Guadagnuolo.“Gentile Professor Guadagnuolo – recita la missiva inviata dal Dott. Giovanni Matteoli dell’Ufficio dell’oggi Senatore a vita Giorgio Napolitano – il Presidente Napolitano ha ricevuto la pubblicazione “Arte in Classe” realizzata dagli alunni del suo Istituto e, mio tramite, la ringrazia del gradito pensiero. Coinvolgere le giovani generazioni in progetti che aiutano a capire la realtà storica e culturale del nostro Paese è un compito che contribuisce a formare la coscienza civile dei cittadini di domani. Il Presidente le invia i più cordiali saluti e auguri per il Nuovo Anno, ai quali mi permetto di unire i miei personali» (Roma, 8 gennaio 2018).

Ospite d’onore è stata la scrittrice Cinzia Tani che è stata accolta all’Istituto “Giacomo Matteotti” nella città di Aprilia invitata dal Maestro Francesco Guadagnuolo. La scrittrice, nota per la partecipazione a programmi culturali della Rai tra cui "Il caffè di Rai Uno", "Visioni Private", "FantasticaMente", "Assassine" e "Italia mia benché" ed opere di libri di successo. Nel 2004 è stata nominata Cavaliere della Repubblica per meriti culturali. Ha fatto da madrina alla presentazione dell’opera-installazione “Scena di un Matrimonio-amore-sentimenti e contrasti” del Maestro Guadagnuolo nell’Aula Magna “Duilio Cambellotti” gremita in maniera esponenziale. Francesco Guadagnuolo ha voluto sensibilizzare ragazzi e ospiti della Città a favore di come utilizzare al meglio la propria vita. Con quest’obiettivo si è scelto di presentare la videoarte de “La Bottega dell’Orefice” del Santo Papa Giovanni Paolo II sotto la regia di Guadagnuolo con inseriti i lavori dei ragazzi, con una coreografia di danza classica in connubio con il teatro, curata dallo stesso Prof. Guadagnuolo da lasciare meravigliati i presenti. La pièce teatrale narra la storia di tre coppie: Teresa e Andrea che si orientano a sposarsi, destinati a buona felicità; Stefano e Anna che non s’intendono e infrangono il loro matrimonio; Monica e Cristoforo, figli delle coppie precedenti, giovani e preoccupati del destino del loro matrimonio perché condizionati da quello dei genitori.

Nella seconda parte è stato presentato il libro di Cinzia Tani “Tutti a Bordo!” Giulio Perrone Editore.

Dopo aver ringraziato gli ospiti, il Maestro Guadagnuolo ha pensato di dedicare il Progetto “Arte in Classe” al grande Gillo Dorfles, che è venuto a mancare in questi giorni, il quale è stato sostenitore dell’”Arte in Classe”. Scrive il critico Gillo Dorfles: «È il caso delle opere degli allievi –– della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo ‘Giacomo Matteotti’ che hanno seguito il Progetto del Prof. Francesco Guadagnuolo, il quale consapevole appunto dell’importanza estetica ed etica di un insegnamento libero dell’arte, è riuscito ad ottenere dei risultati sorprendenti dai suoi allievi». Il metodo del Prof. Guadagnuolo rivela, infatti, un modello espressivo di scuola ‘viva’ aperta al futuro, indirizzata alla solidarietà, ai diritti, ai doveri e al rispetto della vita. 

Guadagnuolo ha cominciato ad illustrare la sua opera installazione tutta incentrata sul matrimonio. Una testa di donna con una bellissima capigliatura, di colore rosso scuro che si contrappone al rosso che si scontra con un viso incerto e sospeso. Gli oggetti che si trovano nell’installazione sono tutti intrisi di valore simbolico, la coppia felice con le fedi nuziali separa la scatola rossa della scarpa, simbolo della violenza sulle donne a cui si potrebbe andare incontro. L’obiettivo dell’artista è prettamente educativo vuole fare in modo che le nuove generazioni crescano e capiscano i pericoli a cui potrebbero andare incontro. Da questa installazione Guadagnuolo dà il via ad un’operazione di certo originale: Arte e acconciatura assieme ad un’artista dei capelli Lucia Coppola che è stata allieva della Scuola Matteotti.

La manifestazione è iniziata con la visione di alcune Video-arte realizzate dagli allievi del Professore di cui una dedicata al libro “Tutti a Bordo!” di Cinzia Tani, una multimedialità web, che incorpora arte, scrittura, fotografia, cinematografia e varie discipline: musica, storia, geografia, letteratura e religione, ricordando il viaggio di Colombo e Magellano e i protagonisti delle fiabe citate nel libro.

Mentre l’omaggio di Guadagnuolo a Cinzia Tani, che ha tratto dal suo romanzo, si concretizza in una grande opera pittorica affrontando quei personaggi citati nel romanzo che hanno tutti a che fare con il mare. “Il Convivio sulla nave tra immaginazione e realtà” è un’opera dove l’artista immagina di trovarsi tra invitati reali e di fantasia scaturiti dalla mente di altrettanti scrittori. Tutti si raccolgono all’interno di una nave seduti ad un tavolo ovale apparecchiato con ogni tipo di pesce.Guadagnuolo è riuscito ha instaurare un dialogo con gli allievi facendo vedere nella sua opera la scena come viva e i personaggi esordiscono occupando lo spazio l’uno dall’altro partecipando al grande convivio. Gli allievi di Guadagnuolo hanno tratto dal libro di Cinzia Tani tantissimi disegni e pitture, una riflessione che porta a pensare a questi straordinari personaggi che amano il mare calandoli sugli aspetti umani, come se realmente fossimo abituati a conoscerli da tempo.

La scrittrice, dalla grande capacità comunicativa, si è intrattenuta con i ragazzi parlando del suo libro ed eventualmente quelli futuri basati sulla narrativa per ragazzi.

Cinzia Tani alla fine si è rallegrata con i giovani allievi mostrandosi generosa e disponibile con tutti, la manifestazione ha riscosso una travolgente acclamazione riscuotendo un forte plauso.

L’ormai storico Laboratorio creativo di Aprilia, riconosciuto a livello didattico e culturale, non ha mai smesso di traghettare gli allievi di Guadagnuolo verso una nuova didattica culturale imperniata sulla comunicazione globale. L'idea pioneristica è stata rifinita, trascritta e depositata dal notaio il 17 maggio 1995 dall’Associazione Castelli Arte a Ciampino (RM), di cui Guadagnuolo è stato Direttore Artistico, sviluppando e cercando di suscitare l'attitudine ad un'arte visiva che permetta la contaminatio con la letteratura-poesia, la musica, la danza, il teatro, il cinema, la fotografia, la scienza, ecc. 

Una grande avventura artistica, quella del M° Francesco Guadagnuolo che ha portato i suoi workshop creativi a imporsi in campo nazionale e internazionale e ad essere riconosciuti come esempio e risorsa di ricchezza d’idee per la Scuola Italiana con il “metodo Guadagnuolo” pubblicato nel 2010. “Ho visto in lui – ha scritto il professor Giovanni Bollea considerato il padre della neuropsichiatria infantile a livello mondiale – un uomo che desiderava ardentemente captare la necessità educativa italiana, ed ora posso dire che è riuscito a porre alla conoscenza dei nostri ragazzi una realtà stupenda ed unica del panorama scolastico nazionale”.

Nel 2004 al Prof. Francesco Guadagnuolo è stato conferito a Reggio Calabria il premio “Calogero”, come riconoscimento alla sua attività ed al suo impegno di Docente-Ricercatore nella Scuola.

Nel 2015 il Progetto “Arte in Classe” è stato finalista alla VII edizione del Global Junior Challenge-Roma della Fondazione di Mondo Digitale, per i progetti innovativi delle scuole. Dice l’artista M° Francesco Guadagnuolo: «Ho sempre pensato ad un’istruzione dell’arte che possa costruire un nuovo insegnamento, pluriculturale e multimediale, con la realizzazione del mio Progetto sono riuscito nel mio intento parlando e pubblicando sin dagli anni ‘90 la mia idea globalizzante di una didattica moderna coniugando tutte le arti e discipline». (Copyright © Francesco Guadagnuolo).